Come affrontare il rogito

Consigli Pratici per Evitare Sorprese dell'Ultimo Minuto

come prepararsi al rogito

Il rogito, quell’atteso momento finale di una compravendita immobiliare, è spesso vissuto con un misto di eccitazione e tensione da acquirenti, venditori e professionisti del settore. Non importa quanto le cose siano state chiare tra le parti coinvolte, c’è sempre quel sottile velo di incertezza che permea l’atmosfera.

Le persone si presentano al rogito con i nervi a fior di pelle, in parte per l’importanza dell’evento e in parte per il desiderio di chiudere l’affare con successo. Anche coloro che sono abituati a trattare con questi momenti cruciali non riescono ad evitare una certa dose di ansia.

immagina di doverti presentare ad un appuntamento importante senza sentirti del tutto a tuo agio. Non sai esattamente cosa ti aspetta, con chi parlerai e di cosa discuterai. Questo stato d’animo può generare insicurezza e alimentare il timore che le cose possano andare storte. È una sensazione sgradevole, e molti clienti si trovano in questo stato d’animo quando affrontano il rogito. I dubbi e le perplessità possono diventare un ostacolo nel giorno dell’atto notarile, rischiando di compromettere l’intera transazione. Tuttavia, è possibile evitare questi problemi preparandosi adeguatamente in anticipo. In questo articolo faccio solo alcuni esempi che mi serviranno per spiegarti l’importanza di anticipare per tempo tutti gli eventuali contrattempi.

Passando agli esempi pratici, uno dei più comuni e spiacevoli è quando il notaio estrae le planimetrie e le mostra ai clienti. “Venditore, è questa la casa che stai vendendo? Acquirente, è questa la casa che stai comprando?” Il momento critico arriva quando alcuni si rendono conto che la planimetria è totalmente diversa da quella che conoscono. Succede, e succede spesso. Il notaio, infatti, mostrerà le ultime planimetrie catastali scaricate dal tecnico, che potrebbero non corrispondere a quelle in possesso dei clienti.

Immagina l’acquirente o il venditore che scopre delle discrepanze. È un problema serio che può bloccare l’atto notarile. Il notaio, in tal caso, sospende l’atto e richiede chiarimenti. Poteva essere risolto prima? Assolutamente sì. Se durante la compravendita non vi viene mostrata una planimetria catastale, è un campanello d’allarme. Contattate un geometra per scaricare le ultime planimetrie e confrontatele con lo stato reale della casa.

In questo modo, confermare l’autenticità delle planimetrie durante il rogito diventa una formalità, garantendo una transazione senza intoppi e senza sorprese dell’ultimo minuto. Un altro esempio comune riguarda l’ignoranza dei metodi di pagamento il giorno dell’atto. Capita spesso che i clienti non siano a conoscenza delle modalità di pagamento, nonostante sembri tutto chiaro e definito. Questo dettaglio cruciale riguarda soprattutto le transazioni con mutuo.

Immaginate di vendere una casa con un mutuo in corso, il cui saldo deve essere estinto per completare la vendita. È un passaggio fondamentale spesso trascurato, sia dai clienti privati che dai professionisti del settore. Ignorare l’importanza di questo passaggio può portare a problemi come il mancato calcolo del taglio degli assegni o la richiesta dei conteggi estintivi. Solitamente, i dubbi e le perplessità emergono proprio alla fine del processo, come ho anticipato all’inizio del video. È comune che l’acquirente, il giorno prima dell’atto, chiami per chiarire aspetti relativi ai pagamenti: potrebbe ricevere due assegni anziché uno? O preferirebbe un bonifico al posto di un assegno circolare? Queste domande, che emergono all’ultimo momento, evidenziano quanto sia fondamentale chiarire tutti i dettagli e le modalità di pagamento prima del rogito, altrimenti si rischia di mettere a rischio l’intera transazione.

Parliamo ora della liberatoria che l’amministratore di condominio rilascerà al venditore per attestare il pagamento delle spese condominiali alla data dell’atto. Finalmente, molti notai hanno riconosciuto l’importanza di questo documento, anche se, per essere sinceri, lo avrebbero dovuto fare da tempo. Tuttavia, la sua assenza può causare tensioni e malumori il giorno dell’atto.

Come risolvere questa situazione? Il venditore dovrebbe comunicare all’amministratore di condominio la data del rogito e richiedere una liberatoria che dimostri il pagamento di tutte le spese condominiali, ordinarie e straordinarie, nel caso ce ne siano. Questo passaggio sembra semplice, ma in realtà può rivelarsi complesso in situazioni di condominio con spese straordinarie in corso o altre complicazioni non affrontate prima del rogito.

Altro punto da considerare riguarda il fondo di accantonamento del condominio. È importante sapere se il condominio dispone di un fondo del genere, poiché potreste trovarvi a dover affrontare spese extra considerevoli, come ad esempio una quota che compete alla vostra casa di 5000 €. Ricordatevi che il condominio non vi restituirà mai quei soldi, che rimarranno alla proprietà e al nuovo acquirente.

Potrei continuare a elencare le problematiche e i dubbi che possono sorgere prima del rogito, ma è evidente quanto sia fondamentale affrontare e risolvere queste questioni con largo anticipo. Questo vale non solo per le trattative da privato, ma anche per quelle gestite tramite agenzie immobiliari. Anche noi agenti non siamo esenti da questo tipo di problematiche, ma l’esperienza e la conoscenza possono sicuramente aiutare ad evitarle.

E tu? Sei in procinto di affrontare un rogito? Come stai preparando quel giorno? Ti senti tranquillo e sereno, o hai qualche preoccupazione? Se vuoi condividere i tuoi dubbi scrivimi alla mia mail info@vincenzoromano.it , iscriviti alla newsletter!

Se sei interessato a rimanere aggiornato sulle ultime notizie e tendenze nel settore immobiliare, ti invito a iscriverti alla mia newsletter. Riceverai regolarmente aggiornamenti, consigli e analisi direttamente nella tua casella di posta elettronica. Inoltre, puoi seguirmi sui social media per connetterti con una community di appassionati di immobili e partecipare a discussioni coinvolgenti. Non perdere l’opportunità di restare al passo con le ultime novità e opportunità nel mondo immobiliare – unisciti a me oggi! Per iscriverti alla newsletter direttamente qui sotto.

Oppure seguimi sui miei profili social.